Bio

ASHAI LOMBARDO AROP
Figura eclettica, che ha colmato la sua assenza di radici all’interno del luogo teatro, inteso come contenitore di arti performative, dove l’identità si può creare. In un mondo che le chiedeva di fare una scelta, al di qua o al di là del muro, in tutti gli ambiti, ha cercato una terza via, la via di fuga e, da 15 anni, con il suo lavoro, parla di meticciato, di crocevia, di diritti umani e possibilità di convivenze pacifiche.

Attrice, danzatrice, cantante, coreografa, insegnante di danza e teatro-danza. Laureata con lode in Discipline Teatrali all’Università degli Studi di Bologna, con una tesi sperimentale in antropologia della danza, analizzando i legami fra le danze di derivazione africana e quelle del sud-Italia nella società contemporanea. Fonda Danzemeticce, associazione culturale nata per la diffusione delle arti performative come veicoli transculturali.

ha lavorato con: Ettore Scola, Michele Placido, Fabrizio Bentivoglio, Massimo Ranieri, Lello Arena, Tato Russo, Maurizio Scaparro, Antonio Calenda, Veronica Pivetti, Eleonora Abbagnato, Francesco Di Giacomo, Orchestra di Piazza Vittorio, Lino Cannavacciuolo, Lina Sastri, Arakne Mediterranea, Nuova Compagnia di Canto Popolare, Antonella Ruggiero, Corrado Tedeschi, Sidne Rome, Antonio Salines, etc…

PRODUZIONI:
Autrice ed interprete degli spettacoli Senza Radici (2009); A piedi nudi sul cemento (2010); Tammurriata Nera, una tammurriata d’espressione africana (2012); Hieros Gamos. Sacro Vincolo (2014); Esodo.1876-1976 (2015); WWW – World Wide Women (2017) e i corti Medea. Donna per un giorno e madre per sempre e Ad Sidera. Verso le stelle, Il Porto Sepolto (I, II, III studio 2018/2019).

PREMI:
Premio del Pubblico per il MIGLIOR CORTO TEATRALE e la MENZIONE SPECIALE DELLA GIURIA “per la presenza, il carisma, l’espressività e la grande capacità di trasmissione empatica della performer” a INVENTARIA 2019; PREMIO DEL PUBBLICO a FANTASIO 2016, con MAC/BETH, ispirato al Macbeth di Shakespeare; Premio Miglior Regia al concorso NOTE DI REGIA 2014 del Teatro Hamlet di Roma, con una scena tratta dalla Medea di Euripide; Secondo premio a FIGLI DI TANTE PATRIE (Roma Multietnica, 2012); vincitrice di TAT – TALENTI A TEATRO (Teatro Olimpico di Roma, 2012); PREMIO BIANCO&NERO (Accademia d’Arte Drammatica “Nico Pepe” di Udine, 2011); primo premio FINESTRE DI TEATRO URBANO (Bologna, 2010).

PUBBLICAZIONI:
Racconto “Senza Radici” di Ashai Lombardo Arop (2° Premio “Figli di tante patrie” Roma Multietnica)
http://www.romamultietnica.it/racconti/item/8673-senza-radici.html

saggio “Danzemeticce, il viaggio di un migrante perpetuo” di Ashai Lombardo Arop, all’interno del libro Fuori dal Silenzio. Volti e pensieri dei figli dell’immigrazione a cura di Federica Filippini, Antonio Genovese, Federico Zannoni; ed. CLUEB, Bologna, 2010;

articolo “Può la danza essere uno strumento di integrazione culturale?” di Ashai Lombardo Arop,    pubblicato su il Tamburo, primo mensile sull’immigrazione e l’intercultura a Bologna (anno 2, n° 14, maggio 2008, p. 14);

articolo “La strada di Tonino. Storia di un clochard meticcio” di Ashai Lombardo Arop                          pubblicato su il Tamburo, primo mensile sull’immigrazione e l’intercultura a Bologna (anno 2, n° 13, aprile 2008, p. 14);

recensione di Ashai Lombardo Arop: “Booty Looting” di Ultima Vez/Vim Vandekeybus, Festival della nuova danza, Auditorium Parco della Musica, 23 febbraio 2013, ore 21 – www.kinematrix.net (rivista di critica on line);

recensione di Ashai Lombardo Arop: “Orphans” di Simona Bertozzi, DNA 2013/Roma Europa Festival 2013 – www.kinematrix.net (rivista di critica on line).

clicca per la RASSEGNA STAMPA

ALCUNE PARTECIPAZIONI:
Ha partecipato a festival nazionali ed internazionali: Giornata Mondiale del Rifugiato, Teatro India 2019; Ma.Ma. (Maschio Angioino, Napoli) MigrArti 2018; Pixus Dance and Dream 2018; Così Lontano Così Vicino – MigrArti 2017 (AS FILM FESTIVAL c/o MAXII – Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo – Roma); Kunstpatiet (NTL Nordisk Teaterlaboratorium/Odin Teatret, 2016); Dak’Art 2016 – Biennale d’Arte di Dakar (Musée de Dakar IFAN); Spring of Culture 2016 (Bahrein), Festa D’Africa Festival 2014, Teatro Palladium (Roma, Italia); Festa della Repubblica Italiana 2014 (Gedda, Arabia Saudita); Festival Corpi Urbani 2013 con il solo “Out Of Body Experience” (Genova, Italia); Luglio Suona Bene 2013, Auditorium Parco della musica (Roma, Italia); Intricanti Festival 2013 (Sorrento, Italia); Notte della Taranta 2011 (ospite di Arakne Mediterranea), Festival del Mare Nostrum e della Musica Mediterranea 2011, Hosige&Dosige 2010 (Vienna, Austra), Arezzo Festival (2009, 2010), Giornata Mondiale della Danza (2009, 2010), Bansko Jazz Festival 2009 (Bulgaria), Festival Musicale del Mediterraneo, (Genova 2009), Sarajevskazima 2008 (Sarajevo, Bosnia), Rencontres Méditerranéennes (Montpellier 2008), Notte Bianca (Genova 2007), Womajazz (Prato, 2007), Festival delle Culture (Bologna), 2° Anniversario dell’Archivio Sonoro Canzone Napoletana (Auditorium RAI – Napoli 2006), La Notte della Tammorra (Napoli 2006 e 2019), Afroscopia 2007 (AMANI for Africa), Leuciana Festival e Settembre al Borgo (Caserta, 2006 e 2010) e molti altri.

Coreografa della TTR – Compagnia di Tato Russo – per Menecmi (2014/2015);
Assistente coreografa a Giorgio Rossi nella Carmen secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio (2015).
Coreografa per OPV – Orchestra di Piazza Vittorio – per Don Giovanni (2017)

INSEGNAMENTO
Ha istituito e gestisce il primo corso di Empatia in una scuola elementare, A SCUOLA DI EMPATIA: IN VIAGGIO NEI PANNI DELL’ALTRO, all’interno del progetto EMPATHEATRE™, in cui attraverso vari esercizi/gioco, proiezione di video e lavoro sulle immagini, proviamo a trasmettere ai bambini la capacità e la possibilità di immedesimarsi nell’altro e considerarne bisogni, necessità, gioie e dolori alla stregua delle proprie. Relatrice al Corso di aggiornamento ECM: L’ESTRANEO: PROBLEMATICHE DELL’IMMIGRAZIONE, con la relazione HOMO EMPATUCUS: TU SONO IO, per La Scuola Sperimentale per la Formazione alla Psicoterapia e alla Ricerca e delle Scienze Umane Applicate, organizzato dall’ASL di Napoli e dalla Regione Campania. Ha lavorato con esperienze di Teatro Integrato finanziate dall’Asl. Attualmente insegna danza afro-contemporanea e teatro-danza a Roma e dal 2009 ad oggi insegna danze etno-contempranee all’Accademia dell’Arte di Arezzo, per il corso di Danza e cultura italiana e del Mediterraneo, a laureande in teatro e danza statunitensi e tiene stage e laboratori in tutta Italia. Come docente ha collaborato con l’Odin Teatret e l’Associazione DOO Performing, ha insegnato al Balletskolen di Holstebro (Denmark), alla Scuola Sperimentale dell’Attore “Arlecchino Errante” di Pordenone, la Maison de Quartier a Sête (Montpellier, Francia), lo IALS di Roma, la Caracciolo Management, per la quale agenzia ha insegnato, per quattro anni accademici, a bambini e ragazzi dai 4 ai 16 anni; la Renante Casting, per la quale insegna tutt’ora danza-teatro, a bimbi e ragazzi dai 4 ai 22 anni.

STUDI INTRAPRESI OLTRE ALLA LAUREA
In ambito coreutico: Diploma A.S.C riconosciuto Coni di Insegnante di Danza Contemporanea.
Precedentemente ha studiato: danza contemporanea con Enzo Celli & Celli Contemporary Ballet, Loris Petrillo, Piergiorgio Milano, Virgilio Sieni, Compagnia Abbondanza-Bertoni, Nicola Laudati, Simona Bertozzi, Alessandra Cristiani, Lorella Rapisarda, etc… Afro tradizionale e contemporanea con Koffi Koko, Solo Diedhiou, Katina Genero, Sourakata Dioubate, Brahima Coulibaly, Compagnie Georges Momboye, Lacina Coulibaly, etc…Capoera con Mestre Chiquiño e istructor Zekiña; Afro brasiliana con Ana Estrela; Danza Būto Yoshito Ohno e Takashi Endo; Contact Improvisation con Javier Cura, Anna Albertarelli; Bahrata Natyam (danza classica dell’India del sud) con Alessandra Pizza e Nuria Sala Grau; Flamenco con Vicky Barea, Monica Argnani e Gianna Raccagni. Impara le danze popolari in Salento e in Campania e Calabria.
Meditazione e Hata Yoga al Centro Asia di Bologna.

In ambito teatrale: metodo dell’Actor Studio di NY con Joseph Ragno, studio sul Macbeth con Pierpaolo Sepe; regia con César Brie, teatro vocale con Odin Teatret, analisi del testo e costruzione del personaggio con Teatro delle Albe, teatro d’animazione con Giuliano Scabia, teatro sperimentale con Marco Sgrosso, Taetro Nō con Monique Arnaud, mimo corporeo e Commedia dell’Arte con Michele Monetta.

In ambito canoro: al momento allieva del Saint Louis Music College di Roma nel corso di studi Canto Pop. Studia canto gospel con Colin Vassel, facendo parte del Morley College Gospel Choir di Londra dal 1999 al 2001. Tornata in Italia frequenta workshops di canto gospel con Bob Singleton, leader e fondatore del coro statunitense Golden Gospel Singers e con il Reverendo Keith Moncrief dei Gospel Family. In Italia ha cantato le musiche del mondo con il coro multietnico Mikrokosmos, diretto dal maestro Michele Napolitano e La Banda di piazza Caricamento diretta da Davide Ferrari. Ha cantato con Francesco Di Giacomo nel suo ultimo spettacolo Cenerentola. La parte mancante, all’auditorium Parco della Musica di Roma. Al momento con la sua formazione porta lo spettacolo Esodo. 1876-1976.

Teatro e cinema con altre produzioni